Città ferita

Milano, Pensiero

Buongiorno a tutti,

mi chiamo Rossella e sono milanese. Sono nata, cresciuta e probabilmente morirò nella città di Milano. Milano città della moda, del design, degli affari e dello sviluppo, ma soprattutto la mia città e io la amo.

Milano è stata ferita. Gravemente. Il 1° maggio qualcuno ha deciso che la mia città doveva pagare per le sue irrequietezze: aveva bisogno di distruggere qualcosa per appagare la sua bestiale necessità di ricordare al mondo che esiste. Dice di essere contro il potere ed usa la guerra per protestare. Violenza contro la mia città, contro la civiltà, contro chi non è d’accordo con lui.

Grazie ai poliziotti che hanno difeso Milano. Grazie ai miei concittadini che hanno reagito rimboccandosi le maniche e dimostrando di essere più forti di quei due o trecento che cercano di tingere di nero la democrazia.

Ieri sono andata per le strade per andare a trovare Milano come si andrebbe a trovare un amico dopo un incidente. Rabbia, dolore, sconforto ed ancora rabbia. Ho scattato foto. Volevo documentare l’accaduto, ma la postproduzione ha preso una piega differente dal solito. I sentimenti e le sensazioni hanno preso il sopravvento.

Annunci

Un istante per sempre

Pensiero

Una foto è l’attimo che resterà per sempre immobile, cristallizzato nel tempo.

Potrai così portare con te luoghi che ti hanno emozionato, ricordi di fatiche che ti hanno contraccambiato regalando grandi soddisfazioni,  avrai modo di conoscere persone mai incontrate o di incontrare persone che conosci come non le hai mai viste.

Queste sono le foto che vorrei condividere con voi.

Rossella